CLASSIFICAZIONE DELLA DISPLASIA DELL'ANCA 
La classificazione Ce.Le.Ma.Sche è quella raccomandata dalla F.C.I. e della W.S.A.V.A. ed adottata dall' E.N.C.I.:

Classificazione secondo F.C.I.



"A" ( 0 - NORMALE HD )
Testa del femore/acetabolo: CONGRUENTI
Angolo di Norberg PARI o SUPERIORE a 105°

 

"B" ( 1 - SOSPETTA o QUASI NORMALE) 
1^ situazione: Testa femore/acetabolo NON CONGRUENTI in minima misura 
2^situazione:a) Congruenza mantenuta b)ANGOLO DI NORBERG INFERIORE a 105°

 

"C" ( 2 - LEGGERA HD o ANCORA AMMESSA) 
Testa femorale/acetabolo chiaramente NON CONGRUENTI 
Angolo di Norberg INFERIORE a 105° .Margine cranio/laterale acetabolare APPENA APPIATTITO

"D" ( 3 - MEDIA HD) 
Testa del femore/acetabolo chiaramente INCONGRUENTI 
APPIATTIMENTO bordo anteriore acetabolo 
SINTOMI OSTEOARTROSICI

 

"E" (4 - GRAVE HD) 
DEFORMAZIONI DISPLASICHE chiaramente visibili alle articolazioni 
SUBLUSSAZIONE o addirittura LUSSAZIONE 
Forte APPIATTIMENTO bordo cranio/laterale dell'acetabolo 
DEFORMAZIONE della testa del femore 
Altri sintomi artrosici

 

Classificazione ED

L'IEWG (International Elbow Working Group) ha stabilito nel 1994 un protocollo internazionale internazionale di ricerca , di classificazione e di valutazione del grado di displasia del gomito (ED).

Per definire quest'ultimo vengono presi in considerazione le dimensioni degli osteofiti e la presenza di eventuali lesioni cosiddette "primarie" quali UAP , KL  MCPD / FCP, OC / OCD e INC.

In presenza di UAP, KL , FCP, OC / OCD il grado previsto è ED 3

In presenza di incompleta UAP , MCPD , INC > 2mm il grado previsto è ED 2

ED 0 non si riscontrano alterazioni

ED B/L alterazioni articolari minime

ED 1 presenza di osteofiti < a 2mm o di sclerosi subtrocleare dell'ulna e/o di INC < 2mm

ED 2 presenza di osteofiti di dimensione tra 2 e 5mm e/o di grave sclerosi subtrocleare dell'ulna e/o di INC > 2mm; la presenza di alterazioni del profilo del processo coronoideo mediale ulnare senza evidenza di frammentazione od una fusione incompleta del processo anconeo ulnare comportano comunque il grado 2

ED 3 presenza di osteofiti di dimensione > a 5m; l'evidenza di una o più lesioni primarie quali  UAP, KL , FCP, OC / OCD comporta comunque il grado 3. Anche i cani sottoposti ad interventi chirurgici per displasia del gomito, se l'intervento è dimostrabile radiograficamente, devono essere classificati ED 3 indipendentemente dalle lesioni articolari presenti.